Oltre 2000 imprese socie

Servizi per gli  Associati



Perchè associarsi?
Maggiori opportunità sia per le imprese che per i liberi professionisti

APPROFONDISCI

Richiedi un incontro

Confidi Sardegna Informa

CONFIDI SARDEGNA NELL’ALBO UNICO DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI: OK DI BANKITALIA

Bankitalia ha comunicato formalmente al Confidi Sardegna l’autorizzazione all’iscrizione all’albo degli intermediari finanziari ex art. 106 del testo Unico Bancario.
Sulla base della normativa di vigilanza, infatti, nello scorso mese di Ottobre, tutti i Consorzi fidi con un volume di attività pari o maggiore ai 150 milioni di euro avevano presentato l'istanza di iscrizione. Nell’albo unico degli intermediari finanziari, infatti, saranno iscritti i Confidi più strutturati e organizzati secondo le regole dettate dalla Vigilanza. “Il provvedimento di autorizzazione di Bankitalia - spiega il Presidente del Consorzio Gavino Sechi – rappresenta il perfezionamento di un percorso iniziato molti anni fa, che ha visto crescere il Confidi Sardegna sia in termini di volumi di attività e di numero di Soci che in termini di organizzazione, efficienza e professionalità”.
“Banca d’Italia – sottolinea il Direttore Generale Alessandro Tronci – ha approvato quanto finora fatto dal nostro Consorzio, nonché il piano di sviluppo per gli anni a venire, nei quali il Confidi Sardegna intende raccogliere la sfida di offrire ai propri soci, imprese e liberi professionisti, oltre al tradizionale supporto nell’accesso al credito bancario tramite il rilascio di garanzie, ulteriori e nuovi prodotti e servizi, per sostenerli nei loro progetti, nel pieno rispetto della normativa di legge e di vigilanza.”

   

Leggi tutto l'articolo

   

EKONOMICA - PRIMA PUNTATA

“Il ruolo dei confidi: strumento anticrisi dalla parte delle imprese” nella prima puntata di Ekonomica, il talk show online di informazione politico-economica sulla Sardegna l’assessore regionale della Programmazione e del Bilancio, Raffaele Paci, e i direttori dei consorzi fidi di settori più rappresentativi - per il Confidi Sardegna, Alessandro Tronci, per Unifidi Carlo Marcetti, per la Fidicoop Francesco Sanna e per Finsardegna Ciro Rubiu- si sono confrontati sugli aspetti della riforma dei Conosrzi fidi, in particolare sulla costituzione del Fondo Unico e sulla creazione di un Osservatorio con funzioni consultive.

   

Confidi Sardegna
30 milioni di euro per le imprese aggiudicatarie dei bandi pubblici dell'Università.



Siglato l'accordo tra Università degli studi di Sassari, Banco di Sardegna, Confidi Sardegna, Confindustria Nord Sardegna, Ance Nord Sardegna per supportare finanziariamente le aziende che si aggiudicheranno le gare di appalto che l'Università andrà a bandire nei prossimi mesi per complessivi 80 milioni di euro cofinanziati dai fondi FAS


   

Leggi tutto l'articolo

  
  

Confidi Sardegna
Il consorzio di garanzia collettiva fidi nato nel 1974 in seno a Confindustria Sardegna assiste oltre 2.000 impre

Accesso sicuro a tutte le fonti di finanziamento
Il reperimento di fondi finalizzati all'internazionalizzazione e la consulenza costituisce una delle principali attività del consorzio

Sono più di 2.000 oggi le imprese, di diversi settori, che possono fare affidamento sul supporto e sui servizi del Confidi Sardegna, consorzio di garanzia collettiva fidi nato nel 1974 in seno a Confindustria Sardegna. Non per caso, dunque, il confidi funge da partner privileggiato nell'accesso alle fonti di finanziamento. Non solo: dal 2010 è intermediario finanziario vigilato dalla Banca d'Italia, status che gli consente di rivestire un ruolo ancora più importante nel rapporto tra banca e impresa. E proprio in questi giorni è stata inoltrata alla Banca d'Italia la domanda di autorizzazione all'iscrizione del nuovo Albo degli intermediari finanziari (ex articolo 106 nuovo Tub), nel quale dovranno essere iscritti i confidi che detengono un volume di attività finanziarie superiore ai 150 milioni di euro.
   

Leggi tutto l'articolo

  
  

Confidi Sardegna
Prima operazione di garanzia su cambiale finanziaria

Il Consiglio di Amministrazione del Confidi Sardegna nel corso dell’ultima riunione ha deliberato il rilascio della garanzia su un’operazione di emissione di cambiale finanziaria. La cambiale finanziaria, garantita dal Confidi Sardegna, sarà quotata sul segmento professionale ExtraMOTPRO del mercato ExtraMOT di Borsa Italiana.
E’ la prima volta in Sardegna che un Confidi rilascia la propria garanzia su una simile operazione, da quando – a partire dal 2012 con il Decreto Sviluppo – la normativa consente anche alle aziende non quotate in borsa di accedere direttamente al mercato nazionale e internazionale.
Le cambiali finanziarie sono uno valido strumento di raccolta che consente alle piccole e medie imprese di finanziarsi a breve termine direttamente sul mercato, con titoli immediatamente esecutivi per gli investitori. Si tratta, al pari dei mini bond, di strumenti che permettono alle imprese di raccogliere nuove risorse finanziarie, diversificando così le proprie fonti di finanziamento e riducendo i rischi tipici dell’eccessiva dipendenza dal credito bancario.
Il Confidi Sardegna si è da tempo interessato a questi nuovi strumenti di reperimento di capitale, ed i recenti interventi della Regione Sardegna in materia ed il ruolo proattivo assunto dalla SFIRS, nella divulgazione e nel sostenimento di queste misure, hanno ulteriormente stimolato lo sviluppo di questa attività.
“Questa prima operazione è stata perfezionata con una società lombarda operante nel settore specializzato dello smobilizzo dei crediti commerciali -dice il Presidente Gavino Sechi - ma ci auguriamo che anche le imprese della nostra Regione possano mostrare interesse per strumenti quali cambiali finanziarie e mini bond e siamo certi che potranno trovare nel Confidi Sardegna il partner in grado di sostenerle nell'accesso ai mercati finanziari, in linea con le loro esigenze e con i progetti di sviluppo della loro attività”.
   

Leggi tutto l'articolo

  
  

Confidi Sardegna: « Più credito »

Si è svolto l’8 giugno, a Sassari, presso Villa Mimosa, un incontro dal titolo: “Gli strumenti finanziari a sostegno dello sviluppo delle imprese: innovazione, efficientamento energetico, reti d’impresa” organizzato grazie alla collaborazione di Confidi Sardegna, Confindustria Nord Sardegna e Banco di Sardegna, All’incontro hanno partecipato numerosi rappresentanti delle aziende provenienti da tutta l’Isola, interessate a valutare gli strumenti finanziari a loro disposizione per lo sviluppo e la crescita della loro attività, nell’ambito dell’innovazione, del miglioramento dell’efficienza energetica e dei vantaggi offerti dalla creazioni di reti di impresa. E’ intervenuto l presidente del Confidi Sardegna Gavino Sechi, che ha chiarito il ruolo del Consorzio di garanzia nell’agevolare l’accesso al credito delle imprese, dimostrando come i dati statistici attestino che le aziende assistite dalla garanzia dei confidi non solo non hanno subito la stretta creditizia patita dalle altre imprese, ma hanno visto, in assoluta controtendenza regionale e nazionale, un incremento del credito ottenuto dal sistema bancario.
   

Leggi tutto l'articolo de L'Unione Sarda del 10 giugno 2015

  
  

Nel 2015 numeri in crescita e nuovi soci

In una sala affollata dai numerosi rappresentanti delle aziende socie intervenuti ai lavori, si è svolta gli scorsi giorni l’Assemblea Ordinaria del Confidi Sardegna. Oltre all’approvazione del Bilancio d’esercizio 2014, i Soci hanno potuto valutare i positivi risultati raggiunti dal Consorzio nell’anno passato e nei primi mesi del 2015. In un difficile contesto congiunturale caratterizzato anche dall’impegno della Giunta Regionale teso al riordino ed alla razionalizzazione del sistema dei Consorzi fidi sardi, il Confidi Sardegna consolida la propria attività caratteristica e gli ottimi indicatori patrimoniali ed economici che già in passato lo hanno principalmente caratterizzato. Il 2014, oltre a chiudersi con un importante utile di esercizio, ha registrato un incremento pari al 7% di nuovi soci, con un numero complessivo di associati che – dall’anno 2007 ad oggi – è più che raddoppiato.
   

Leggi tutto l'articolo dalla Sezione Economia de L'Unione Sarda del 15 maggio 2015

  
  

Emergenza abitativa
Al via fondo per l'housing sociale

Con il perfezionamento delle sottoscrizioni da parte degli investitori ha preso avvio il "Fondo immobiliare per l'housing sociale della Regione Sardegna", ovvero un fondo immobiliare di tipo chiuso, dedicato allo sviluppo di interventi residenziali per incrementare gli alloggi sociali nel territorio regionale. Obiettivo del Fondo - si legge in una nota - è di realizzare oltre 500 nuove unità di cui più di due terzi destinate alla localizzazione calmierata (anche con formule di accompagnamento all'acquisto a medio termine) su tutto il territorio sardo, privilegiando le localizzazioni caratterizzate dal maggior disagio abitativo, in stretto coordinamento con gli altri strumenti di politica abitativa messi a disposizione dalla Regione.
   

Leggi tutto l'articolo dalla Sezione Economia de La Nuova Sardegna del 23 luglio 2014

  
  

Edilizia
Housing sociale: 500 famiglie con una casa

Per 500 famiglie sarde, soprattutto quelle più giovani e meno abbienti, possedere una casa potrebbe non essere più un sogno. Un’alleanza tra banche, Confidi e Regione, ha dato vita al “Fondo immobiliare per l’housing sociale della Regione Sardegna”, un programma di investimento dedicato allo sviluppo di interventi residenziali. «Obiettivo del Fondo è quello di realizzare oltre 500 nuove unità, di cui più di due terzi da destinare alla locazione calmierata - anche con formule di accompagnamento all’acquisto a medio termine - sul territorio sardo, privilegiando le localizzazioni caratterizzate dal maggior disagio abitativo, in stretto coordinamento con gli altri strumenti di politica abitativa messi a disposizione dalla Regione», scrive in una nota Torre Sgr, società del Gruppo UniCredit che gestirà il Fondo.
   

Leggi tutto l'articolo dalla Sezione Economia de L'unione Sarda del 17 luglio 2014

  
  

Confidi cresce ancora
L’assemblea ha approvato un bilancio sempre più positivo

Da 40 anni è al fianco di imprese e liberi professionisti e oggi è diventato strumento privilegiato nell'accesso al sistema del credito. Confidi Sardegna continua a crescere, e i risultati illustrati all'assemblea che ha approvato il bilancio per il 2013 lo testimoniano: ampliamento della base sociale (+10% di iscritti rispetto al 2012, oltre 2000 soci), intersettorialità (industria, turismo, commercio e apertura al settore primario), nuovi strumenti operativi (tranched cover, social housing, sistemi di finanziamento alternativi, operazioni di cogaranzia in pool), valorizzazione delle convenzioni esistenti con gli istituti di credito e stipula di nuove.
   

Leggi tutto l'articolo dalla Sezione Economia de L'unione Sarda del 6 luglio 2014

  
  

Il denaro? Fa la felicità
Le banche: più prestiti, nell'Isola risultati migliori

Forse non sarà mai amore tra imprese e banche, con le prime che chiedono denaro e le seconde che lo prestano a caro prezzo. Ma se non proprio idilliaci i rapporti potranno essere almeno di reciproca collaborazione.
È su questo fronte che si lavora, nella convinzione che senza credito non si vada da nessuna parte. «Banche e imprese parlano ancora una lingua diversa - conferma il direttore del Confidi Sardegna, Alessandro Tronci - da una parte non c’è ancora la giusta sensibilità verso il mondo produttivo, dall’altra le aziende devono essere ben strutturate in modo da poter contrattare meglio i prestiti».
   

Leggi tutto l'articolo dalla Sezione Economia de L'unione Sarda del 22 giugno 2014

  
  

La scommessa dei minibond
Presentato un nuovo modo per sostenere imprese valide

La soluzione per superare la difficoltà di accesso al credito può arrivare dai minibond o dalle cambiali finanziarie. A spiegarlo agli imprenditori sono stati i vertici di Confidi Sardegna durante un convegno che si è svolto a Cagliari in collaborazione con Confindustria e Unicasim, una società di intermediazione che si propone come advisor delle piccole e medie imprese per accompagnarle nei mercati finanziari. «In questo modo per le Pmi sarà possibile», ha spiegato il presidente di Confidi Sardegna,
Gavino Sechi «affiancare alla tradizionale richiesta di affidamenti e finanziamenti bancari anche la possibilità di emettere obbligazioni (minibond) e cambiali finanziarie con le quali le imprese potranno trovare risorse».

  

Leggi tutto l'articolo dalla Sezione Economia de L'unione Sarda del 19 aprile 2014

  

Sassari-Olbia: Accordo per il credito con le imprese appaltatrici

Assemblea Straordinaria e Ordinaria del 14 maggio 2013

In una sala gremita dai rappresentanti delle oltre 1800 imprese socie di tutta l’Isola si è svolta, lo scorso martedì 14 maggio, la 41° Assemblea del Confidi Sardegna. Nella seduta straordinaria, l’assemblea ha approvato alcune modifiche statutarie; durante la parte ordinaria, invece, si è provveduto all’approvazione del bilancio al 31.12.2012, chiuso con un utile d’esercizio.
Il Presidente Gavino Sechi ha voluto fare il punto, oltre che sui risultati dell’ultimo anno, anche sugli obiettivi raggiunti nel triennio 2010-2013, interessato da un cambiamento radicale per il Confidi Sardegna: la trasformazione in intermediario finanziario vigilato dalla Banca d’Italia; il cambio della Direzione Generale (ruolo assunto da Alessandro Tronci nel 2009) il rafforzamento della struttura organizzativa, l’acquisizione di nuove professionalità.

I RISULTATI DEL 2012
223 nuove adesioni; oltre 82 milioni di euro di operazioni perfezionate; nuove convenzioni sottoscritte con tutti i principali istituti di credito, prodotti finanziari specifici per le imprese, questi alcuni dei numeri e dei risultati esposti dal Presidente nella sua relazione al bilancio 2012.
 
“Pur nel panorama regionale e nazionale reso decisamente critico dal difficilissimo momento congiunturale e dalla grave stretta creditizia – ha dichiarato Gavino Sechi - i nostri dati mostrano una crescita costante, a dimostrazione del fatto che il Confidi Sardegna non è mai venuto meno al suo ruolo di partner delle imprese nell’accesso al credito bancario, sostenendone i progetti e supportandole anche nelle situazioni di temporanea difficoltà in cui alcune di esse possono versare.”
 
Il Direttore Generale Alessandro Tronci ha sottolineato il dato riferito all’adeguatezza patrimoniale del Consorzio: “Gli oltre 25 milioni di patrimonio di vigilanza rendono il Confidi Sardegna un interlocutore privilegiato degli istituti di credito e un punto di riferimento per il sistema produttivo regionale, anche grazie all’impegno quotidianamente profuso per garantire ai Soci i vantaggi connessi alle garanzie a prima richiesta rilasciate sulla base delle convenzioni di recente rinnovate.”

RINNOVO DEGLI ORGANI SOCIALI
Durante i lavori assembleari si è anche proceduto al rinnovo delle cariche sociali. Risulta in buona parte confermata la precedente governance del Confidi: continueranno a sedere in Consiglio di Amministrazione per una altro triennio Gavino Sechi, Achille Carlini, Paola Meconcelli, Marco Dotta, Maurizio Spiga, Massimo Putzu e Valentino Monni. Fanno, invece, il loro ingresso alla guida del Consorzio Paolo Fadda e Umberto Nulli, in sostituzione rispettivamente degli uscenti Gianpaolo Langiu e Paolo Pinna. Per il Collegio Sindacale, Roberto Mezzolani, già sindaco effettivo nel passato triennio, assurge al ruolo di Presidente, in sostituzione dell’uscente Giancarlo Murgia, mentre Gianluca Zicca subentra ex novo come sindaco effettivo al fianco di Paolo Meloni che viene confermato per un altro triennio; Giorgio Graziano Cherchi e Carlo Iadevaia sono stati eletti sindaci supplenti.

Spot Confidi Sardegna

Durata: 00.16

Spot Confidi Sardegna

   
   
CAGLIARI
Piazza Deffenu, 9/12 - 09125
tel. 07067122 - fax. 070668283
Referente Commerciale:
Walter Salis - tel. 345 5848428
    
OLBIA
Pala’s Office Int. 9 /10 Via Capoverde snc
Zona industriale settore 4 - 07026
c/o Confindustria Nord Sardegna
Referente Commerciale:
Paolo Marcetti - tel. 348 0050491
SASSARI
Villa Mimosa - Via Alghero, 49 - 07100
c/o Confindustria Nord Sardegna
Referente Commerciale:
Antonello Lullia - tel. 393 8531320
NUORO
Via Veneto, 46 - 08100
c/o Confindustria Sardegna Centro
Referente Commerciale:
Gianluca Sini - tel. 348 0191545
    
TORTOLÌ
Via Mons. Virgilio, 39 – 08048
Referente Commerciale:
Gianluca Sini - tel. 348 0191545
ORISTANO
Via Brunalleschi, 26
Referente Commerciale:
Antonello Lullia - tel. 393 8531320
   
   
   
email: info@confidisardegna.it
sito web: www.confidisardegna.it
   
   

Reg. Imprese Cagliari - C.F. - P.IVA 00506150929
CCIAA Cagliari 85513
Albo Società Cooperative A106177
Albo Intermediari Finanziari ex art. 106 TUB - Codice ABI n. 19527.1

seguici su 
Realizzazione siti web: